Il Progetto

Marinella di Selinunte è un piccolo borgo marinaro del Comune di Castelvetrano (TP), sorto nei pressi del Parco Archeologico di Selinunte ove è ancora attiva una piccola marineria locale che, a differenza di molte altre, ha cercato di mantenere le proprie tradizioni legate sia alle tecniche di prelievo della risorsa dal mare che alle tecniche e modalità di vendita. Si pensi che, la mattina presto, è ancora possibile assistere e partecipare alla tradizionale asta del pescato, nell’ambito della quale si può acquistare una cassetta di pesce appena sbarcato a prezzi sicuramente competitivi.

Il progetto di valorizzazione della “Sarduzza di Marinella di Selinunte” rimane fortemente ancorato all’obiettivo di stimolare la domanda del consumatore verso la generazione di nuovi volumi di consumo aggiuntivo di questo importante prodotto ittico. Il sito di progetto, al quale si rinvia, illustra in modo più ampio e più compiuto la strategia di intervento e le finalità perseguite.

Le attività di progetto prevedono l’attivazione di un percorso integrato diretto a coinvolgere la popolazione verso la riscoperta delle tradizioni storiche e culinarie legate a questa importante risorsa del mare ed, in questo percorso, è stato volutamente riservato un ruolo di primo piano al coinvolgimento degli studenti della scuola primaria, quale importante veicolo per il coinvolgimento delle famiglie e della popolazione.

Ricette Tipiche

Per l’edizione 2021, in linea con quanto già realizzato nella II edizione del 2020, al fine di adottare tutti gli accorgimenti necessari a contenere la diffusione della pandemia da Covid19,  si procederà, con la collaborazione della Marineria di Selinunte a individuare nr. 4 ricette tipiche della gastronomia Selinuntina a base di sardine, nonché altrettanti testimonial della marineria (pescatori, mogli, amanti della cucina) che si cimenteranno nella preparazione della ricetta presso le proprie abitazioni, mentre lo staff del SarduzzaFest, dotato degli opportuni dispositivi di protezione individuali e rispettando le norme sul distanziamento sociale, procederà, a riprendere la preparazione delle ricetta al fine di realizzarne una clip video da divulgare sul proprio sito web e sui canali social di SarduzzaFest. 

Le quattro ricette cosi individuate, tramite il supporto degli chef dei ristoranti partner di progetto, verranno reinterpretate con lo scopo di  valorizzare maggiormente gli aspetti nutrizionali ed organolettici delle diverse materie prime utilizzate, esaltando i loro legami con la tradizione e con il territorio, ma anche rendendole più attuali ed accattivanti.

Tali ricette, oltre ad essere protagoniste di altrettanti cookink show, trasmessi in diretta televisiva e sui canali social, verranno inseriti nel ricettario che dalla prima edizione si ripropone di tramandare le tradizioni culinarie del territorio a base di sarduzza di Selinunte.

Cooking Show

Anche per i Cooking Show, ai sensi delle normative anticovid, si è scelto di programmare la loro realizzazione in un contesto totalmente sicuro, dove l’afflusso di persone e i contatti tra gli stessi sono ridotti al minimo; in tal senso, verranno realizzati nr. 4 cooking show, tenuti a porte chiuse senza pubblico in sala presso un service che provvederà a mandarla in diretta televisiva e in streaming sui principali social e, in differita, sul sito di progetto.

I nr. 4 Cooking Show, saranno condotti dallo Chef Peppe Giuffrè, assistito, come nelle precedenti edizioni, dai Giornalisti Stefania Renda e Alessandro Guarrato, ed avranno come protagonisti gli chef di 4 ristoranti partner; previsto anche il supporto dei professori dell’Istituto Alberghiero che, tra l’altro, si preoccuperanno di effettuare anche gli abbinamenti cibo vino, per ciascuna delle ricette che saranno presentate nell’ambito dei Cooking Show

Vere protagoniste dei Cooking Show saranno le ricette selezionate dal comitato tecnico nell’ambito delle attività di aggiornamento del ricettario sopra richiamata: gli chef coinvolti procederanno a interpretare la versione originale della ricetta, valorizzando gli aspetti nutrizionali ed organolettici delle diverse materie prime utilizzate nella realizzazione del piatto ed esaltando i loro legami con la tradizione e con il territorio.

Verificheremo, in base alle normative di contenimento della pandemia da Covid, la possibilità di reinserire la Giuria tecnica, chiamata (nella prima edizione) ad esprimere un voto in merito sia al piatto realizzato che alla sua presentazione.

Concorso

Il concorso “Una sardina in mostra” è dedicato ai bambini iscritti alla 5 classe delle scuole primarie di Castelvetrano.

Il Concorso intende rappresentare un’occasione per la creazione di un prodotto (editoriale, grafico, multimediale, ecc.) che rappresenti e tratti una delle seguenti tematiche:
1) La valorizzazione dell’aspetto storico e delle tradizioni legate alla sardina (territorio di Marinella di Selinunte, marineria, antichi mestieri) (Es. Ricerche storiche, raccolta di immagini, disegni a tema ed altre composizioni grafiche, raccolta di testi di canzoni e poesie rilevate direttamente dai pescatori, raccolta di canzoni della tradizione popolare, ecc.);
2) La valorizzazione degli aspetti legati all’importanza della Sardina come alimento, anche in rapporto con i canoni della dieta mediterranea (Es. documenti e studi, testimonianze, interviste, disegni a tema ed altre composizioni grafiche, ecc.);
3) La valorizzazione della figura del pescatore, attraverso il racconto e/o la illustrazione del suo lavoro e/o degli attrezzi e/o delle metodologie di pesca (Es. dipinti, foto, interviste, documentari e cortometraggi, canzoni legate alla marineria locale, etc).

Le scuole, che in questa III Edizione hanno richiesto ed ottenuto di far parte del Partenariato attivo di progetto, saranno coinvolte sin dalla trasmissione di presentazione del progetto, attraverso la quale si illustrerà agli studenti le regole che caratterizzano il Concorso “Una Sardina in Mostra”. Attraverso questo concorso, “Sarduzza Fest” conta di entrare nelle famiglie che, anche indirettamente, saranno coinvolte nelle attività.