Al via I Cooking Show

PARTONO I COOKING SHOW DELLA V EDIZIONE DEL SARDUZZA FEST
Partono Lunedì 30 Ottobre alle ore 12:00 i Cooking Show della V Edizione del Sarduzza Fest presso l’Hotel Admeto a Marinella di Selinunte.
Per ciascun Cooking sono previsti nr 24 posti disponibili , prenotabili al 3281688637 sia telefonicamente che tramite wathApp, indicando nome e cognome dei partecipanti e a quale cooking si intende partecipare.
La riserva dei posti è valida e garantita fino a 15 MINUTI PRIMA dell’orario di inizio di ciascun cooking.
Dopo tale tempistica si provvederà ad assegnare i posti ai nominativi indicati nella lista d’attesa considerando decaduta la prenotazione e la riserva del posto
La partecipazione ai Cooking è gratuita
Per qualsiasi dubbio e chiarimento potete contattare la nostra segreteria di progetto. Non si accettano prenotazioni tramite piattaforme social.
Vi aspettiamo! Saluti

Proclamazione vincitori concorso

Di seguito i vincitori della V edizione del concorso Sarduzza Fest, suddivise per categorie.

Categoria #1) La valorizzazione degli aspetti legati all’importanza della Sardina come alimento, anche in rapporto con i canoni della dieta mediterranea.
1 Posto: Opera 1 – Classe V A (Plesso G.Verga IC Lombardo Radice) con 193 voti.
2 Posto: Opera 5 – Classe V A (Plesso G.Puglisi Poggioreale IC Capuana) con 113 voti.
3 Posto: Opera 4 – Classe V A (Plesso Mariano-Traina Salaparuta IC Capuana) con 107 voti.
Premio Speciale: Opera 9 – V D (Plesso Capuana IC Rita Levi Montalcini) con 93 voti.

Categoria #2) La Valorizzazione della figura del pescatore attraverso il racconto e/o l’ illustrazione del suo lavoro e/o degli attrezzi e/o delle metodologie di pesca.
1 Posto: Opera 24 – Classe V B (Plesso Capuana IC Capuana Pardo) con 185 voti.
2 Posto: Opera 11 – Classe V A (Plesso Rosmini IC Capuana) con 169 voti.
3 Posto: Opera 3 – Classe V C (Plesso G.Verga IC Lombardo Radice) con 156 voti.
Premio Speciale: Opera 20 – V A (Plesso Dante Alighieri II C. Di Matteo) con 126 voti.

Categoria #3) La Valorizzazione dell’aspetto storico e delle tradizioni legate alla sardina.
1 Posto: Opera 23 – Classe V A (Plesso Capuana IC Capuana Pardo) con 245 voti.
2 Posto: Opera 22 – Classe V A (Plesso Nino Atria IC Capuana Pardo) con 199 voti.
3 Posto: Opera 12 – Classe V B (Plesso Rosmini IC Capuana) con 132 voti.
Premio Speciale: Opera 108 – V E (Plesso San G.Bosco IC Pirandello Bosco) con 108 voti.


Proclamazione dei Vincitori

Titone CVetrano) Cuscus con conza di Sardine selinuntine in camicia

Ricetta #3) Cuscus con Conza di Sardine Selinuntiune in Camicia

Cuoco: Alunni dell’Ist. Alberghiero “Titone”

Difficoltà

Tempo

Costo

Cuscus di grano antico
Ricotta belicina
Limone e Arancia biologiche
Mandorle bio
Olio evo 2023
Cipollotto
Pinoli e Uva passa 
Cipolla bianca e rossa
Mandorle pelate
Finocchietto selvatico
Colatura di acciughe
Sarde di selinunte
Zucchine genovesi
Datterini gialli e rossi
Peperoncino fresco

Per prima cosa pulite le sarde togliendo loro la testa, la pinna dorsale. Aprite le sarde a libro e togliete la lisca centrale. A questo punto, eliminate la coda e dividete in due i filetti. Tenete le sarde così pulite da parte.

Prendete una padella o casseruola dal fondo largo e versateci dell’olio d’oliva.

Pulite la cipolla, tritatela ed aggiungetela all’olio. Lasciate soffriggere la cipolla a fiamma bassa per un paio di minuti fin quando non si ammorbidisce.

Aggiungete i filetti di sarde, il trito di finocchietto fresco e lasciate cuocere per un paio di minuti, aggiungete l’uvetta passa, mandorle tostate.
Se il condimento vi sembra troppo asciutto aggiungete mezzo mestolo di acqua bollente dove avete fatto bollire i gambi del finocchietto. Questo condimento servirà per condire il cuscus precotto condito precedentemente con aromi, appena il composto si sarà raffreddato, aggiungeremo la ricotta e una leggera grattugiata di agrumi.

A parte con l’aiuto di una mandolina o affettatrice taglieremo delle fette di zucchina sottilmente che sbollenteremo per circa 50 secondi e li lasceremo raffreddare.

Confezioneremo dei finti cannelloni perfettamente chiusi modi cilindro, poi scotteremo il cipollotto modi julienne e tosteremo i pinoli rendendoli croccanti.

Dopo aver eseguito tutti gli steps ci rimarrà da confezionare le due vellutate di datterini e una salsa con la colatura d’acciughe.

Florio Erice) Sfere di Sarduzza al pane nero

Ricetta #4) Sfere di Sarduzza al Pane Nero

Cuoco: Alunni dell’Ist. Alberghiero “V. e I. Florio”

Difficoltà

Tempo

Costo

Gr 400 Sarde fresche 
Gr 80 Pane nero di Castelvetrano 
Gr 15 Pinoli
Gr 30 Vino cotto
Gr 5 Buccia d’arancia
Gr 50 Succo di arance
Gr 80 Fichi rossi
Gr 10 Aceto
Ml 10 Olio extravergine d’oliva della Valle del Belice
Sale , Fiori eduli e Menta (q.b)

Per le sarde:
Pulire e sfilettare le sarde .
Adagiarle su un velo di pellicola e condirle con una grattugiata di buccia di arancia e sale.
Disporre al centro di ognuna una nocciola di farcia successivamente chiudere il fazzoletto di pellicola cercando di creare delle piccole sfere.
Portare in ebollizione in una casseruola e far cuocere per 3 minuti le caramelle di pesce.
Appena pronte scartare e inumidirle per metà della loro superficie con vino cotto e passarle nella granella di pinoli che sarà la base delle
nostre sfere.

Per la farcia:
Tagliare la mollica pane finemente ,unire aceto, olio evo, un pizzico di sale e amalgamare il tutto.

Per la salsa all’ arancia:
Unire il succo di arancia con dello stabilizzante e riporlo in un biberon.

Comporre il piatto:
Con un pennello medio da cucina creare una striscia di vino cotto stabilizzato , porre dentro la medesima tre o quattro sfere .
Salsare ogni sfera con l’ aiuto di un biberon.
Infine guarnire con fichi rossi tagliati a rombi , foglioline di menta e fiori eduli freschi.

Gluten4Free) Tortino di Sarde e patate a beccafico

Ricetta #4) Tortino di Sarde e patate a beccafico

Cuoco: GLUTEN FREE 4 SISTERS

Difficoltà

Tempo

Costo

400  gr patete lesse
16 sarde
25 gr pinoli tostati
25 gr uova passa
2 cucchiai di latte
Scorza di limone q.b.
Sale q.b.
Pepe q.b.
Pangrattato senza glutine q.b.
Olio d’oliva q.b.

Lessare le patate e lasciarle raffreddare prima di pelarle e passarle

Pulire le sarde rimuovendo la testa e le lische. Aprile e tagliarle a metà

Asciugarle per bene e mettere da parte

Adesso condire le patate aggiungendo sale, pepe, i pinoli già tostati e l’uva passa

Versare poco alla volta del latte fino a che l’impasto sia liscio e denso al punto giusto (soprattutto se le patate sono molto amidose)

Grattugiare abbondante scorza di limone e mescolare il tutto

Oliare l’interno di uno stampino di alluminio e spolverarci su abbondante pangrattato senza glutine rimuovendo l’eccesso

Disporre le sarde tagliate a metà all’interno ricoprendo tutto il contenitore

Riempire con un bel cucchiaio di patate il tortino e chiudere piegando le code delle sarde rimaste fuori

Compattare la base ed infornare a 180 gradi per circa 15-20 minuti o fino a che non siano ben dorati

Lasciare completamente raffreddare prima di rimuovere il tortino dallo stampo

Servirli con delle fettine di limone e degli altri pinoli tostati sopra.

Galfano) Perle di Sarduzze

Ricetta #4) Perle di Sarduzze

Cuoco: VITA GALFANO

Difficoltà

Tempo

Costo

PER LA FROLLA
Gr. 250 di farina (forza 300)
gr. 120 burro
un uovo
un pizzico di sale
PER LE PERLE DI SARDUZZE
Kg1 di sarde
Gr 100mollicafresca
Gr 20 di uvetta
Gr 20 di pinoli
1 uovo
Aglio e prezzemolo e menta q.b.
Scorza limone
Farina
Mollica secca

PREPARAZIONE DELLA FROLLA SALATA

Predisponete sul piano di lavoro tutti gli ingredienti già pesati necessari per la ricetta della pasta frolla salata. Ricordate di tirate il burro fuori dal frigo almeno 15 minuti prima di iniziare con la preparazione, in modo da farlo ammorbidire a dovere.

Setacciate la farina e versatela su una spianatoia. Create una fontana con l’aiuto delle mani ottenendo un buco al centro.

Tagliate il burro morbido a cubetti non troppo grandi, quindi metteteli al centro della fontana appena creata e unite un pizzico di sale. Con la punta delle dita iniziate a scioglierlo nella farina.

Aggiungete anche l’uovo e, sempre con la punta delle dita, incorporatelo velocemente all’impasto. Dovrete ottenere un composto liscio ed omogeneo senza, però, lavorarlo troppo a lungo per evitare che il calore delle mani lo rovini.

Formate una palla e avvolgetela nella pellicola trasparente per alimenti, poi ponetela a riposare dentro il frigo per circa 30 minuti.

Trascorso tale lasso di tempo prelevate la frolla salata dal frigo. Togliete la pellicola e stendete con un mattarello la pasta frolla salata e coprite le conchiglie imburrate.

Per la cottura dipende dal vostro forno, indicativamente varia dai 15 ai 20 minuti in forno caldo a 180°.

PREPARAZIONE DELLE SFERE DI SARDUZZA

Ripulite le sarde selinuntine di tutte le lische, per poi sbriciolare il pesce e raccoglierlo in una capiente terrina. Aggiungete un cucchiaino di sale, prezzemolo e menta tritati, uno spicchio d’aglio, scorza di limone, mollica, uvetta pinoli e uovo sbattuto.

Formate delle sfere, successivamente le passate prima alla farina poi all’uovo ed alla mollica. Friggere in olio abbondante